Ponte gote
Falesie della Valcellina

La falesia di Ponte Gote si trova lungo la strada della Val Cimoliana, più o meno a metà percorso tra il paese di Cimolais e il Rifugio Pordenone. Chiodata negli anni 80 dall'istancabile trapano a motore di Mauro Corona, offre una trentina di tiri con difficoltà comprese tra il 4c e il 7b+ su roccia rossiccia dalle belle forme arrotondate. E' possibile arrampicare anche in caso di debole pioggia, anche se le sue pareti possono bagnarsi a seguito di rovesci importanti o di periodi lunghi di cattivo tempo. A seguito di tali eventi è possibile che i numerosi buchi presenti siano sporchi o bagnati. Il passaggio delle automobili, non trascurabile nei periodi estivi, potrebbe infastidire l'arrampicatore che prediliga invece i luoghi isolati.
Si tenga presente che nelle giornate festive e prefestive dalla seconda domenica di aprile alla seconda domenica di ottobre e durante tutto il periodo dal  primo al 31 agosto, l'ingresso in Valle, dalle 7,00 alle ore 16,00 è a pagamento (6 euro a auto, sbarra di Ponte Compol).


 

Avvicinamento - 0min:

Arrivati a Cimolais, imboccare la strada che conduce verso la Val Cimoliana ed il rifugio Pordenone. Percorrere la valle per ca 6km. La falesia apparirà evidente sulla destra, poco prima del Ponte Gote (secondo ponte che attraversa il Torrente Cimoliana) e in corrispondenza di una stretta forra. Parcheggeremo l'auto sullo spiazzo antistante la parete.

Periodo consigliato e esposizione - primavera/estate/autunno, O

 

Esposizione OVEST. E' possibile arrampicare nel sito anche in caso di pioggia debole. Si tenga presente però che dopo, solitamente, un giorno di pioggia, molti itinerari diventano impraticabili per via dell'acqua che cola sulla parete dalla cengia superiore.

Vie